Quando si comincia a desiderare di cerare un proprio progetto, anche se una semplice sciarpa, spesso ci si trova in difficoltà nel capire quanto filato ci potrà servire per la realizzazione. Per calcolare in modo più preciso possibile la quantità di filato per il nostro progetto sarà necessario avere un campione del filato che vogliamo utilizzare.

Sembra un po’ un gatto che si morde la coda ma è per questo motivo che vi incoraggio da subito a fare una serie di campioni semplici da catalogare con i filati che vi piacciono e che potreste voler riutilizzare così da avere sempre sotto mano non solo le tensioni ma anche misure e pesi. Per un più completo catalogo potete anche fare campioni dello stesso filato con diverse misure di ferro. Questo potrà essere un buon punto di partenza per i vostri futuri progetti.

In alternativa potete utilizzare filati simili. Un filato dalla composizione simile a quello che vogliamo utilizzare e che in fascetta riporti stesso rapporto peso / lunghezza.

Nel post sulla realizzazione del campione trovate qualche suggerimento su come procedere. Il campione andrà poi lavato e asciugato in piano.

Nell’articolo su come progettare una sciarpa abbiamo visto un primo calcolo semplice mentre oggi cerchiamo di capire come fare su un progetto più articolato come per esempio un maglione.

Area del campione

Una volta realizzato il campione o trovato nel vostro catalogo il campione del filato che volete usare bisognerà prendere misure e peso (possibilmente con una bilancia di precisione).

Appuntiamoci i seguenti dati:

  • Larghezza del campione (Lc)
  • Altezza del campione (Hc)
  • Peso del campione (Pc)

Calcolare l’area del campione (Ac) moltiplicando la sua altezza per la sua lunghezza:

Ac=Lc*Hc
Campioni etichettati e catalogati
Campioni etichettati e catalogati

Area del progetto

Prendiamo ad esempio un maglione a maglia rasata semplice. Se lo stiamo progettando utilizzeremo le misure del nostro progetto oppure possiamo prenderle da un maglione che ci sta bene. Andremo a calcolare l’area del maglione in maniera da approssimare per eccesso quindi utilizzando i punti più larghi e più lunghi tralasciando diminuzioni al punto vita o maniche.

Appuntiamo i seguenti dati

  • Larghezza del corpo del maglione (Lb)
  • Altezza del corpo del maglione (Hb)
  • Larghezza della manica (Lm)
  • Altezza della manica (Hm)

Per calcolare l’area del maglione calcoleremo l’area dei rettangoli in cui sono inscritti il corpo del maglione e le maniche (davanti e retro). Area corpo (Ab) e Area Manica (Am)

Quindi per ottenere l’area del maglione (As) sommiamo tutti le aree considerando che le maniche sono 2.

As=2*Am+Ab

Quantità di filato

La quantità quantità di filato per un progetto può essere espressa in Peso, metraggio o numero di gomitoli. Per ottenere il peso del filato totale (Pt) dividiamo l’area del maglione (As) per l’area del campione (Ac) e moltiplichiamo per il peso del campione (Pc)

Pt=As/Ac*Pc

Se vogliamo ottenere il numero di gomitoli che servono o quanti metri, tenuto conto di conoscere il peso del gomitolo (Pg) e la lunghezza del filato in un gomitolo (Lg), possiamo eseguire i seguenti calcoli.

Numero gomitoli (Ng)

Ng=Pt/Pg

Lunghezza filato (Lt)

Lt=Ng*Lg

Esempio pratico di calcolo della quantità di filato

Supponiamo di voler realizzare il suddetto maglione con un filato il cui campione, lavorato con ferro 4mm, ha una tensione di 20mx26f, misura 15cm x 13cm e ha un peso di 12,5g. Il filato ha gomitoli da 50g e 100m.

Appuntiamo tutte le misure comprese quelle del maglione e procediamo al calcolo.

  • Larghezza del campione Lc =15cm
  • Altezza del campione Hc=13cm
  • Peso del campione Pc=12,5g
  • Altezza corpo maglione Hb=60cm
  • Larghezza corpo maglione Lb= 50cm
  • Lunghezza manica Hm=52cm
  • larghezza manica Lm=18cm
  • Lunghezza filato Lt=100m
  • Peso del gomitolo Pg=50g

Per un maglione con le misure sopra riportare a maglia rasata saranno quindi necessari 1250metri di filato che corrispondono a 12 gomitoli e mezzo, quindi ne acquisteremo 13.

Se il maglione ha molti punti lavorati come le trecce o punti accavallati andremo a stimare fino al 20% di filato in più a seconda della complessità del pattern.

Solo con un campione lavorato con quel punto potremmo stimare più precisamente ma questo ovviamente può accadere solo se abbiamo già un filato simile in composizione, peso e lunghezza con cui fare delle prove. Questi calcoli sono quindi un punto di partenza per conoscere la quantità minima necessaria per il vostro progetto.

Qui di seguito potete trovate il link a un foglio di calcolo per automatizzare i conteggi appena visti. Vi incoraggio comunque a farli qualche volta a mano per capirne bene il funzionamento.

Spero che questo post vi sia stato utile .

Happy knitting!

Manuela

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.