Non so voi ma quando ho cominciato a lavorare a maglia il mio obiettivo era realizzare dei maglioni per me. Ho fatto qualche sciarpa, uno scialle e qualche scalda collo bellissimo come Leaving on the Edge .. ma smaniavo per fare il primo maglione e forse nella mia testa avevo già in mente un “proto-armadio handmade”.

Il problema stava tutto nell’avere il coraggio di intraprendere quello che allora mi sembrava un progetto ambizioso.

Avevo già notato leggendo vari pattern trovati su Ravelry che ci sono delle enormi differenze in come vengono scritti. Questo dipende sia dal designer che da quanto sia intricato il pattern.
Alla fine approdai, grazie a mille ricerche su Ravelry, al famosissimo Flax di Tin Can Knits.

Flax Tin Can Knits
Flax Tin Can Knits – foto originale di Tin Can Knits

Perchè cominciare da Flax?

Trovo che sia semplicemente il pattern perfetto per imparare a fare il primo maglione. E’ davvero uno dei pattern più didattici che io abbia mai trovato e la stessa cosa vale per tutta la Simple Collection di Tin Can Knits che contiene 12 bellissime ricette adatte a imparare le basi di ogni capo.
Il tutto assolutamente gratis, il che non guasta quando non si sa bene se si riuscirà ad arrivare alla fine di un progetto.

In secondo luogo le spiegazioni sono molto dettagliate e ci sono dei link ad approfondimenti e tutorial sul sito di Tin can Knits.
Flax è un modello unisex molto semplice ma non scontato, con taglie che vanno da 0 mesi alla 4XL.
Si tratta di un maglione top Down ma non fatevi spaventare dai ferri circolari, anzi leggetevi il mio articolo su questi attrezzi per capire quanto sono fondamentali per noi knitters!
Il maglione top down inoltre ha una prerogativa molto incoraggiante per i principianti, che è quella di poterlo provare in ogni momento per capire se si sta sbagliando qualcosa.

Certo ci saranno le più esperte che obietteranno che una volta lavato il capo potrebbe subire delle sostanziali modifiche ma per questo ho dei piccoli suggerimenti:

  • Generalmente scegliendo un filato superwash, lavabile in lavatrice, la differenza tra prima e dopo il lavaggio è minima.
  • Lavorate prima il campione, lavatelo e osservate le eventuali differenze per poi averle a mente quando proverete il capo. Qui trovate qualche dritta per preparare il campione. Se il campione cambia molto la tensione orizzontale o verticale tra prima e dopo il lavaggio allora terrete a mente la differenza e potrete esserne coscienti quando lo proverete.
  • Su un maglione di lunghezza normale lavorato con un filato Aran come quello richiesto per il Flax di Tin Can Knits la gravità non dovrebbe incidere molto sulla lunghezza, quindi a meno di un paio di centimetri al massimo il capo finito dovrebbe mantenere la stessa lunghezza di quando lo provate.
Il mio Flax in Malabrigo Worsted Emerald
Il mio Flax in Malabrigo Worsted Emerald

Consigli per l’acquisto del filato.

Innanzitutto consiglio un filato di un costo medio se siete agli inizi, pena la frustrazione per gli errori dovuti al fatto che questo sarà il vostro primo maglione. Che siano errori di lavaggio o di attenzione nel combinare filato e progetto, come è successo a me!

Altrimenti fatevi consigliare da un’esperta nell’acquisto del filato, descrivendo come vorreste realizzare il capo.

Io l’ho voluto realizzare attillato, con una vestibilità negativa ed ho scelto la bellissima (e per me costosa) Malabrigo Worsted.
Ho adorato lavorarla, provarla e indossarla. Il problema è che con poco agio sotto l’ascella il filato si è infeltrito per umidità e sfregamento ( e meno male che sudo poco!!).
I filati tinti a mano inoltre lasciano un po’ di colore al lavaggio e mettendolo con una canottiera chiara sotto ho notato del trasferimento sul tessuto. Infine la definizione del punto con questo filato è diventata un po’ evanescente, nonostante tutte le precauzioni di lavaggio.

Per il vostro primo maglione vi consiglio quindi di scegliere un filato superwash che, oltre alla prerogativa di non cambiare drasticamente prima e dopo il lavaggio, ha anche più stabilità nel colore.
Non è un segreto che io ami le lane DROPS perchè sono facilmente reperibili, hanno un buon rapporto qualità prezzo e una vasta varietà. Di questo marchio posso consigliare:

Sempre Drops ma non superwash potreste utilizzare Nepal o Lima. Ho avuto il piacere di utilizzare questi filati e sono molto affidabili, non cambiano drasticamente dopo il lavaggio, non sono pesanti quindi non modificano la forma del capo per gravità e non perdono colore.

Infine ho trovato altri filati abbastanza diffusi che potreste trovare interessanti, ma non li ho mai utilizzati: Cascade yarns 220 Superwash oppure anche Rowan Pure Wool Superwash Worsted.

Se poi volete proprio usare un filato Malabrigo allora propenderei per Rios, visto che è anche superwash ed è il filato più utilizzato su Ravelry per realizzare questo progetto.

Devo dire che in molto l’hanno lavorato anche in Worsted ma forse non l’hanno realizzato attillato e non hanno avuto i miei problemi…. Ho chiesto in qualche forum se ad altri fosse capitato ma nessuno mi ha dato un feedback in proposito. Magari sono stata solo sfortunata con il lotto del filato. Chi lo sa!? Questo però errore mi ha permesso poi di riflettere un pochino più a fondo sul filato da utilizzare per i vari progetti.

Come al solito sbagliando si impara e comunque alla fine questo Flax mi ha dato le basi per la costruzione del maglione top-down oltre che piacere nel lavorarlo e indossarlo. Nonostante le piccole delusioni quindi è stata un’ottima esperienza che vi consiglio caldamente di fare!

Potete vedere il mio Flax finito e indossato nella terza foto del post di Instagram che includo qui sotto. Non ho molte foto con lui purtroppo!

Se realizzerete questo progetto e vorrete farmelo sapere per scambiare consigli e impressioni potete lasciarmi un commento o un DM su Instagram (@iknitso).

Happy knitting!

Manuela

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.